supermercati per acquisto beni di prima necessità

Il mercato ai tempi del Coronavirus registra la corsa agli acquisti di beni di prima necessità +10,6% fra il 2 e l’8 marzo nelle Regioni del Nord mentre il Sud cresce fino al 20%

L’emergenza in corso fa impennare le richieste di packaging per il prodotti alimentari, farmaceutici, per l’igiene della persona e della casa; pronte le aziende della filiera che con tutte le precauzioni del caso, spingono sull’acceleratore per garantire una risposta adeguata. Le aziende rappresentate dalla Federazione Carta e Grafica sono fra le grandi protagoniste di questo periodo, chiamate a sopperire in velocità ad una richiesta in forte crescita.

Del resto a nessuno sono sfuggiti gli scaffali vuoti nei supermercati prontamente riforniti, una richiesta di approvvigionamenti che pone le aziende del settore nella condizione di non potersi fermare.

E se i dati riportati nei titoli si riferiscono alla grande distribuzione non va dimenticata la richiesta proveniente dal commercio on line che sempre nello stesso intervallo di tempo, fra il 22 febbraio e l’8 marzo, ha segnato un incremento del +73% rispetto allo scorso anno. Anche il settore dell’editoria con giornali libri e riviste registra un aumento importante riferibile alle nuove abitudini scaturite dallo stare in casa.

Dunque una crescita della domanda per il settore packaging che fa leva sulla vitalità e capacità di reazione delle aziende del settore e che per quelle riunite nella Federazione Carta e Grafica, di cui fanno parte Acimga, Assocarta e Assografici, si concretizza in uno sforzo importante.

Il ruolo di questo settore d’industria in questo periodo d’emergenza è infatti vitale per il comparto alimentare, strategico per quello farmaceutico, cosmetico, per l’home care e il mondo dell’informazione. Le aziende legate alla produzione e trasformazione di carta e cartone inoltre chiamano in causa le aziende, strutture e infrastrutture, preposte alla raccolta differenziata e al riciclo.

Condivisibili l’entusiasmo e la soddisfazione espressa da Girolamo Marchi, presidente della Federazione Carta e Grafica, che dichiara ” Le nostre aziende offrono un esempio della capacità di soddisfare esigenze pressanti della collettività, abbinata alla necessità di non fermare il sistema industriale italiano …. e ancora ” In questo momento siamo particolarmente impegnati e responsabilizzati, pur tra mille problemi e salvaguardando la salute dei lavoratori.

Il presidente ha voluto precisare come il lavoro di queste aziende sia indispensabile per cosentire la distribuzione di beni di prima necessità dal comparto food al farmaceutico all’industria dell’informazione. Una menzione che richiama l’attenzione sul lavoro dei produttori di tecnologie che oltre a non interrompere la produzione delle macchine, continuano a garantire l’assistenza sulle stesse in Italia e all’estero. “Siamo tenacemente in prima linea grazie a maestranze qualificate – conclude Marchi – e con gli imprenditori presenti in azienda ogni giorno, a fare la nostra parte per le esigenze di oggi e per contribuire alla ripresa che verrà”.

Packaging alimentare farmaceutico e home care: boom di richieste ultima modifica: 2020-03-27T18:03:00+01:00 da Valeria Cei