Etichettatura Laser per ortofrutta

Il natural branding al posto delle etichette tradizionali: come l’etichettatura laser sta cambiando il volto della marcatura

L’etichettatura laser dei prodotti alimentari è una realtà sempre più diffusa: ecologica e sicura è la tecnologia del presente e del futuro, un’alternativa reale all’etichettatura tradizionale. Di largo impiego per l’etichettatura dei prodotti ortofrutticoli freschi consente di imprimere sulla superficie del prodotto le informazioni presenti sulle etichette tradizionali, senza conseguenza alcuna per l’integrità dell’alimento.

I prodotti ortofrutticoli sono stati i primi destinatari di questa nuova modalità di etichettatura a cominciare dai prodotti con la buccia più spessa e resistente per poi estendersi via via ad un’ampia gamma di frutti e verdure. Ad oggi ogni tipo di frutta e verdura può essere etichettata con questo metodo.

Dalle date di scadenza ai loghi, fino ai Qrcode, l’etichettatura laser risulta pienamente efficiente ed è attualmente diffusa, con prodotti regolarmente in vendita, in diversi paesi Europei, fra i quali la Germania, la Svezia, la Danimarca e a breve anche in Francia.

Del resto i vantaggi indiscussi di questa nuova metodica di etichettatura del packaging vanno nella preziosa direzione di una maggior sostenibilità. Dal risparmio dei materiali, come carta, colle specifiche, ad una considerevole diminuzione degli imballaggi che in molti casi vengono definitivamente tralasciati. Importante anche l’ottimizzazione dei costi energetici che ne deriva, decisamente ridotti per l’impegno di questo tipo di tecnologia, oltre alla possibilità di garantire elevate performance i  termini di velocità di etichettatura. In questo senso gli studi che hanno portato alla messa a punto di questo tipo di sistemi di marcatura sono espressione del  forte impegno a livello industriale all’ottimizzazione delle risorse, con l’assunzione di tecnologie e metodiche di produzione eco-compatibili.

L’etichettatura con laser CO2, la più diffusa per il natural branding, è stata inizialmente impiegata con ottimi risultati su materiali come legno e pelle, quindi messa a punto anche per i prodotti alimentari. Dunque al pari di un tatuaggio grazie all’energia laser, codici e loghi vengono incisi superficialmente sul prodotto; è importante ricordare che si tratta di un sistema che non intacca in alcun modo l’alimento poiché interviene esclusivamente sullo strato superficiale del suo rivestimento.

Si tratta di apparecchiature, quelle attualmente in uso, particolarmente versatili dunque agili da inserire nelle diverse linee di produzione e capaci di elevati standard in termini di resa.

Etichettatura laser per i prodotti alimentari: prospettive presenti e future ultima modifica: 2018-10-16T13:15:03+00:00 da Redazione