prodotti negli scaffali del supermercato

L’industria dell’imballaggio resta stabile, cresce il fatturato per l’aumento dei prezzi in risposta ai rincari, positive le stime per il prossimo futuro

I dati dell’Ufficio Studi dell’Istituto Italiano Imballaggio, pubblicati nella monografia “Imballaggio in Cifre 2023”, fotografano l’andamento della produzione di imballaggi nel 2022 e delineano un comparto che si mantiene stabile dal punto di vista della produzione, con un incremento del fatturato e prospettive incoraggianti nel breve termine.

Dopo due anni caratterizzati da oscillazioni costanti, nel 2022, la produzione italiana di imballaggi ha mostrato una sostanziale stabilità, con una variazione negativa dello 0,4% rispetto al 2021, attestandosi a circa 18 milioni di tonnellate. Al contrario, il fatturato ha evidenziato una crescita significativa, superando i 40 miliardi di euro e registrando un aumento del 15,4% rispetto all’anno precedente. A influire positivamente sulla crescita del fatturato è stato, evidentemente, l’aumento dei prezzi di listino, adottato per controbilanciare gli incrementi energetici e i maggiori costi delle materie prime.

Import, export e materiali degli imballaggi nel 2022

Per quanto riguarda il commercio estero, le esportazioni hanno registrato un calo del 2,2%, mentre le importazioni hanno continuato a crescere, con un incremento dell’11,4% nel 2022. Nonostante ciò, il saldo commerciale rimane positivo, con un surplus di 267 tonnellate/migliaia di imballaggi esportati, principalmente in Europa, rispetto all’importato.

Tabella sulla produzione di imballaggi per materiale nel 2021 e 2022
Fonte: Scheda monografica dell’Istituto Italiano Imballaggio

Sul fronte dei materiali, il trend è negativo per gli imballaggi in carta (-3,4%) e in acciaio (-6,2%), mentre si registra un andamento positivo per tutte le altre tipologie di imballaggi. Indubbiamente la maggiore rappresentatività degli imballaggi in carta, che costituiscono il 31,9% del totale prodotto nel 2022, ha influenzato le performance complessive del settore.

Le previsioni per il prossimo futuro

tabella sul mercato degli imballaggi nel 2020 2021 e 2022

Le prospettive per il medio termine appaiono complessivamente positive. Se nel 2023 le attese sono di lieve rallentamento in forza della congiuntura economica, negli anni successivi si prevede un incremento medio annuo del 1,1%, con una produzione stimata di 19.141 tonnellate/migliaia nel 2026.

La produzione di imballaggi nel 2022 ultima modifica: 2023-12-01T10:15:25+01:00 da Redazione