Food packaging in esposizione a Sigep 2024

Le tendenze del food service reinterpretate dal packaging fra innovazione e sostenibilità

Sigep 2024, il salone internazionale di gelateria, pasticceria, panificazione artigianale e caffè organizzato da Italian Exhibition Group, ha mostrato tutti i connotati salienti di comparti solidi e in forte crescita capaci di interpretare le nuove tendenze di consumo in modo originale ed efficace. Oltre 1.200 i brand espositori dislocati in 28 padiglioni, con una componente internazionale importante che ben descrive la centralità per il nostro paese di questi settori d’eccellenza. 

La sostenibilità è stata grande protagonista di questa edizione. Un filo conduttore che ha unito i diversi comparti, dal settore gelateria, che valorizza la dimensione vegetale e apre, mai come ora, all’innovazione – inclusa l’applicazione dell’intelligenza artificiale – alla pasticceria; dal mondo del cioccolato, con un crescente interesse verso processi produttivi consapevoli, fino al settore caffè, che si confronta con l’attenzione sempre più marcata dei consumatori verso le caratteristiche di sostenibilità delle imprese.

Alla sostenibilità, sul fronte delle nuove tendenze di consumo, si affianca la grande enfasi su benessere e salute, la riscoperta della genuinità degli ingredienti e del valore della qualità. Grandi protagoniste le materie prime e l’artigianalità che cresce di prestigio come ambasciatrice di valore.

In questo contesto il mondo del packaging conferma il suo ruolo di primo piano sia rispetto al prodotto, di cui è custode, sia come voce narrante di un progetto.

La nostra visita a 10 aziende del settore, espositrici alla 45esima edizione di Sigep.

Il packaging del comparto food sostenibile e versatile: cosa abbiamo visto a Sigep 2024

Decidiamo di partire dallo stand di Alcas, un’azienda storica nel mondo del packaging per la gelateria e la pasticceria artigianale. Oltre 60 anni di attività, un vasto assortimento di prodotti – tutti realizzati internamente – e una nuova gamma sulla quale sono puntati tutti i riflettori.

La linea PAP, acronimo di Perfect Alcas Paper, con 11 varianti di coppette in carta, da 70cc a 550cc, (disponibili in tre grafiche generiche o completamente personalizzabili), rappresenta un punto di svolta per l’azienda che si è impegnata, con successo, in un importante riposizionamento strategico, avviando la produzione in carta accanto a quella tradizionale in materiale plastico e bioplastiche. Ottima la risposta del mercato.

Coppette gelato Alcas

Un’azienda che ha fatto della sostenibilità il proprio marchio di fabbrica è senza ombra di dubbio il gruppo Imballaggi Alimentari; attivo nella produzione di packaging da circa un ventennio, è specializzato nella progettazione e realizzazione di soluzioni di confezionamento con materiali innovativi e sostenibili. Espositore a Sigep 2024 porta a casa un riconoscimento prestigioso, è fra le aziende premiate per i progetti più sostenibili, (nell’ambito dei premi all’innovazione istituiti dalla manifestazione per aziende e start up espositrici).

Difficile scegliere le soluzioni di packaging di cui non parlare; ruba la scena, senza dubbio, Re-Maxigel, vincitore del Bando per Ecodesign del Consorzio Nazionale Imballaggi già nel 2022, è una vaschetta termica ottenuta dal riciclo della plastica. ll processo di produzione parte dall’olio di pirolisi, ottenuto dal recupero di imballaggi plastici, che costituisce la materia prima per le vaschette termiche per gelato. Molto interessante anche Papergell, una termoscatola in carta per l’asporto del gelato. Brevettate le due applicazioni che impiega; “Ice control”, che sfrutta una camera d’aria per garantire un’elevata barriera termica e per il bordo “Easy Spread” che consente una spatolatura agevole del gelato. Eccellenti le prestazioni in termini di resistenza termica, paragonabili a quelle del classico polistirolo, con il rifiuto che si conferisce nella raccolta carta, slogan: “usami e riciclami”.

Restiamo nell’ambito dei premi all’innovazione per la sostenibilità con un altro importante vincitore, Gondola Packaging; l’azienda in occasione di Sigep ha presentato Qup, la prima coppetta per gelato 100% carta riciclabile e compostabile.

Specializzata in termoformatura e cartotecnica, Gondola Packaging ha adottato la tecnologia innovativa sviluppata da Qwarzo® – un coating minerale che assicura la massima resistenza al caldo, al freddo, all’umidità, ai grassi e al vapore senza compromettere le caratteristiche del materiale di confezionamento. Qup supera i limiti dei contenitori tradizionali ed è la prima coppetta con rivestimento completamente 100% plastic free. Grande il successo di questa soluzione con un forte interesse internazionale e la richiesta di ampliare la gamma di soluzioni ad altre referenze.

Spostandoci sulle proposte per la pasticceria e l’home delivery, da Scatolificio Venezia, troviamo un’ampia gamma di soluzioni per il settore, anche in questo caso innovate in ottica sostenibile; diverse le proposte plastic free. Una fra tutte le confezioni di cioccolatini che sostituiscono il tradizionale preformato in materiale plastico in favore di un alveare fustellato sulla carta, la stessa che siamo abituati a rimuovere dalla superficie dei cioccolatini.

Interessante e apprezzabile lo sforzo di ottimizzazione dei materiali nelle nuove di soluzioni, per le quali si privilegia la versatilità rispetto al numero dei formati, per un packaging ripensato su presupposti diversi. Va in questa direzione la proposta per il confezionamento della torta e della piccola pasticceria per le quali Scatolificio Venezia propone un unico modello da impiegare con entrambe le referenze. Semplificazione e versatilità sono alla base anche delle proposte sviluppate per l’home delivery, con soluzioni come le vaschette in cartoncino, adatte sia al microonde che al forno normale.

confezione per torta Scatolificio Venezia

Con Cart Part, restiamo nell’ambito della pasticceria ma ci spostiamo sulle soluzioni di confezionamento per i dolci delle ricorrenze. L’azienda dedica la sua partecipazione a Sigep alla nuova busta trasparente per i lievitati “Scintilla”.

Realizzata con il 18% di plastica in meno rispetto al confezionamento tradizionale, questo nuovo pack garantisce le migliori prestazioni in fatto di conservazione e shelf life del prodotto e nasce in formati adatti a conservare, indifferentemente, dal panettone alla colomba al pandoro. Pensato per assecondare ogni esigenza del mastro pasticcere, agevola la gestione logistica del pack e regala nuove opportunità di comunicazione, grazie a una superficie particolarmente lucida. I dolci delle ricorrenze che come articolo godono di un prestigio internazionale sempre più rilevante, tanto da essere considerati, il panettone in particolare, ambasciatori di Italianità, trovano nella nuova busta Scintilla un vestito adatto al loro prestigio.

scintilla packaging per dolce delle ricorrenze Cartotecnica Partenopea

Visitiamo poi lo stand di Ti.Pack, l’azienda pavese presente sul mercato da oltre 20 anni, specializzata in packaging in latta e metallo con soluzioni che vestono e raccontano prodotti iconici dei marchi più rappresentativi. Nel loro spazio espositivo, due i comparti ad essere sotto i riflettori; il canale caffè, Horeca con le nuove collezioni per i portatovaglioli e portazucchero, con proposte sviluppate per soddisfare le esigenze delle torrefazioni. Interlocutori strategici per l’azienda, le torrefazioni, mostrano un crescente interesse per il packaging in metallo, con l’adozione di soluzioni di confezionamento via via crescenti, dai porta capsule e cialde, oltre ai barattoli con nuovi formati.

Sempre nell’ambito delle richieste in evoluzione, tante le soluzioni anche per i panettoni. Coerente con il trend che vede in costante crescita l’autorevolezza e il prestigio del panettone artigianale, considerato il dolce delle ricorrenze per eccellenza anche sul mercato internazionale, l’esigenza di un packaging altrettanto prestigioso, già da qualche anno ha aperto la strada alle confezioni in metallo. Eleganti e altamente personalizzabili, da sempre mai solo packaging ma anche oggetto, 100% sostenibili, riutilizzabili e riciclabili, le scatole in metallo diventano l’abito ideale per vestire un prodotto prezioso.

Il futuro secondo Ti.Pack riserverà ottime prospettive per questa tipologia di packaging, chiamato più di recente a cimentarsi anche in soluzioni di confezionamento tradizionalmente realizzate in altri materiali. Il packaging in metallo, dunque, anche come packaging sostitutivo, si prepara a nuovi formati e applicazioni, con un impiego più diffuso anche nel confezionamento primario.

Con Team Bio ci spostiamo sulle proposte per il settore bevande – dai bicchieri in diversi formati dai 75ml ai 350ml, alla posateria fino alle ciotole poke, tutto rigorosamente realizzato con materiali sostenibili.

Presente per il secondo anno a Sigep, l’azienda sceglie questo palco per il lancio di un nuovo prodotto, il bicchiere da caffè in carta 100% Plastic Free e compostabile. Una proposta che sta incontrando grande interesse specialmente dal pubblico internazionale, ci spiegano, anche in considerazione del fatto che in alcuni paesi dal 1 gennaio è entrato l’obbligo dei monouso 100% plastic free. Aver scelto Sigep per il lancio, è per l’azienda anche l’avvio di una fase di studio del mercato italiano, per una proposta che garantisce gli stessi standard prestazionali delle soluzioni classiche ma ha anche un costo superiore che non può non essere considerato.

bicchieri carta team bio

Dagli imballaggi ci spostiamo alle macchine per il confezionamento, con ICA S.p.A, azienda di grande esperienza nell’ambito della progettazione e realizzazione di macchine automatiche per il confezionamento di prodotti alimentari, the e caffè.  Oltre 60 anni di storia, più di 200 brevetti e premio WIPO Inventor Award, come Eccellenza Italiana, conferito dall’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale, Agenzia delle Nazioni Unite.

Il team ICA a Sigep porta nuove soluzioni che identificano lo sforzo degli ultimi anni, ottenere la miglior resa con materiali sostenibili. Le novità si concentrano sul monoporzionato, con capsule compostabili e macchine sviluppate per garantire le migliori prestazioni rispetto alla shelf-life del prodotto. Nel futuro l’obiettivo è raggiungere, con la base carta, quell’effetto barriera per la conservazione del prodotto attualmente non comparabile alle prestazioni dei materiali termosaldati.

packaging caffè confezionato con macchine ICA

Torniamo al settore della pasticceria con le soluzioni di Novacart, azienda leader a livello globale nella produzione completa di soluzioni in carta e cartoncino per l’industria dolciaria e alimentare. Nel loro stand una carrellata delle soluzioni più rappresentative e uno spazio di rilevo dedicato alle “ forme di cottura”.

Proprio questa soluzione, di cui sono i maggiori produttori al mondo, viene presentata in una nuova versione personalizzabile dedicata agli artigiani. Quantitativi bassissimi, un sistema brevettato, per una forma di cottura senza inchiostro ma personalizzabile che rende unico e riconoscibile il dolce delle ricorrenze, sia esso panettone o colomba. Realizzata con materiali 100% compostabili, la forma di cottura diventa strumento per raccontare la qualità e la saggezza dei singoli gesti che rendono così speciale il dolce della tradizione.

forme torta novacart

Con Cartoprint torniamo da dove siamo partiti, ovvero dal mondo del gelato. Produttori di packaging per il mondo della gelateria dal 1939, Cartoprint può vantare non solo un assortimento quanto mai completo per il settore, ma anche e specialmente soluzioni tecnologicamente evolute sviluppate grazie alla collaborazione con le più grandi multinazionali di alimenti.

A Sigep 2024 presentano i nuovi disegni del loro prodotto cardine, la coppa gelato in carta nei diversi formati. Per tutte le soluzioni, grandi possibilità di personalizzazione, un servizio sempre più apprezzato, fiore all’occhiello dell’azienda. Sempre in fermento sul fronte della ricerca e sviluppo Cartoprint, si prepara prossimamente al lancio di una nuova paletta gelato in carta biocompostabile mentre è già allo studio la possibilità di trasferire la stessa tecnologia impiegata sulle palette, anche sulle coppe e il bicchiere gelato per avere soluzioni 100% carta, prive di qualsiasi polimero plastico.

Food Packaging a Sigep 2024 ultima modifica: 2024-01-29T14:12:16+01:00 da Redazione