Innovazione e sostenibilità: a Cibus Tec 2019 le grandi sfide del presente e del futuro e una piattaforma internazionale

Apre i battenti CIBUS TEC 2019 la nuova edizione del Salone Internazionale dedicato alle tecnologie per il settore agroalimentare e il beverage, un evento ritenuto a livello globale un punto di riferimento.

Dal 22 al 24 ottobre 2019 negli spazi espositivi della fiera di Parma saranno presenti 1300 aziende fra espositori nazionali e internazionali e un ricco programma di eventi e convegni. Un’edizione questa 52esima che si apre sotto il segno dell’internazionalizzazione, caratterizzata dal più grande programma di Top Buyer di tutte le fiere del FoodTec. Oltre 3000 gli operatori internazionali provenienti da 70 paesi e due iniziative ad hoc dedicate ad India e Africa, in qualità di 2° produttore mondiale di prodotti agricoli la prima e 6° mercato alimentare a livello mondiale la seconda.

Un successo annunciato dai numeri già oltre le aspettative a quattro mesi dall’inizio dell’evento, quando lo spazio espositivo, in questa edizione più grande grazie a un padiglione aggiuntivo, era già sold out. L’interesse riscosso dall’evento tradotto in cifre vede un +30% fra gli espositori rispetto all’edizione del 2016 con una presenza straniera che fra espositori e top buyer non ha precedenti.

Fra i paesi più rappresentati sicuramente la Germania, a cui fanno seguito Paesi Bassi, Danimarca, Svizzera, Francia. Rilevante anche la partecipazione di Stati Uniti, Cina e Turchia. Un successo sul fronte internazionale che molto deve all’alleanza strategica con Koelnmesse, chiave d’accesso per Cibus Tec dal 2016 per la più grande piattaforma mondiale permanente del meccano-alimentare.

Fra le adesioni eccellenti, anche i grandi brand internazionali, Coca Cola, Dean Foods, Del Monte, Fonterra, Jbs, Kraft Heinz, Lactalis, Nadec, PepsiCo,Pinar, Schreiber Foods, Smithfield, Tiger Brands, per citarne alcuni.

I settori merceologici

Sono presenti in fiera le tecnologie per tutte le filiere dell’agroalimentare che tradizionalmente Cibus Tec ha sempre ospitato – carne, prodotti ittici, frutta, vegetali, latte e derivati, piatti pronti – mentre si aggiunge in questa edizione 2019 un nuovo comparto quello dei prodotti da forno, dei derivati da cereali, snack e prodotti dolciari.

È cresciuta del 20% la sezione Meat grazie in particolare alla presenza delle aziende del distretto di Parma; deciso il cambio di marcia per il comparto packaging con una crescita del 40% delle aziende espositrici che in fiera ben rappresentano dal confezionamento primario all’imballaggio, dal fine linea alla logistica.

In questa edizione inoltre un intero padiglione è dedicato alle soluzioni tecnologiche più innovative per il settore beverage – Succhi, Latte, Acque, Soft Drinks, Birra, Liquori e Vino – e vede la presenza di 150 fra i principali fornitori italiani ed internazionali far i quali Adue, CFT, Della Toffola, Krones e Sacmi.

Sostenibilità e innovazione a Cibus Tec 2019

Forte la portata innovativa delle soluzioni proposte. I produttori di tecnologie interpretano così le esigenze di un futuro più sostenibile nel quale siano privilegiate le produzioni a più alto valore nutritivo e caratterizzate da standard elevati di sicurezza. Cibus Tec ospita in questa edizione l’IBS – International Biofilm Summit, la conferenza mondiale più importante dedicata alle problematiche da biofilm nell’industria alimentare, una tavola di confronto fondamentale per contrastare lo spreco alimentare legato alla contaminazione del cibo.

Dedicato espressamente all’innovazione tecnologica Cibus Tec Industry il progetto grazie al quale sono state riprodotte in fiera 4 linee altamente automatizzate dedicate al settore caseario, delle carni, dei piatti pronti e dei prodotti da forno. Si tratta di linee complete che mostrano dalla lavorazione della materia prima al prodotto finito, fino alla gestione dello stoccaggio.

CIBUS TEC 2019: in fiera a Parma le tecnologie per il settore food & beverage ultima modifica: 2019-10-23T14:37:37+01:00 da Redazione