packaging e industria 4.0

Interpack 2017:  packaging, industria 4.0 e sostenibilità

Si cominciano a tirare le prime somme sull’esito della Fiera mondiale dell’Imballaggio, uno degli eventi più attesi del settore packaging.  Da pochi giorni a Düsseldorf si è conclusa Interpack 2017.

Hanno partecipato 2.865 espositori; è stato registrato il record delle presenze internazionali con operatori provenienti da 168 Paesi, per un totale di 170.500 visitatori, dei quali circa il 74% con compiti decisionali. Grande entusiasmo e soddisfazione per l’evento ritenuto, secondo un sondaggio commissionato dalla Fiera, per il 98% dei presenti, un’importante occasione di incontro e confronto, nonchè una straodinaria opportunità per la nascita di nuove relazioni commerciali.

I grandi temi di Interpack 2017 : packaging digitalizzazione e Industria 4.0

packaging e industria 4.0La triennale di Düsseldorf  è tradizionalmente un luogo di grande ispirazione per le innovazioni tecnologiche. Portare la digitalizzazione nelle diverse fasi del proceso produttivo è stato senza dubbio, il grande impegno delle aziende produttrici di macchine e sistemi per il packaging.

In linea con gli obiettivi di Industria 4.0, le proposte presentate durante Interpack, vanno nella direzione di una gestione in rete dei processi, sempre più avanzata; l’obiettivo è una riduzione della complessità, superando la rigidità del formato, grazie a macchine da imballaggi più flessibili, come nel caso dei sistemi modulari.

Ma non solo: nuove applicazioni della realtà virtuale consentono di comprendere e fare proprio il funzionamento della macchina in ogni sua fase applicativa, grazie a simulazioni perfettamente aderenti alla realtà.

Il tema della sostenibilità:  ambiente, materiali e spreco alimentare

Perfetto specchio delle priorità e delle grandi criticità internazionali, a Interpack 2017 il tema della sostenibilità è stato grande protagonista.

Declinato in diverse accezioni, l’impegno alla sostenibilità fa riferimento diretto all’ambiente e mostra una crescente attenzione alla progettazione di macchine e impianti in grado di garantire maggior efficienza nello sfruttamento delle risorse.  Torna nella scelta, sempre più corposa, di materiali alternativi per la produzione degli imballaggi.

E’ protagonista nei lavori del congresso di Save Food a Interpack durante il quale si parla di spreco alimentare,  nel tentativo di individuare possibili soluzioni. Nel corso del congresso, fra l’altro,  sono stati presentati i dati di uno studio condotto dalla FAO, Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite, in India. L’indagine ha come obiettivo  individuare i meccanismi responsabili della perdita ingente di prodotti alimentari.

packaging e industria 4.0Nel quadro della lotta allo spreco da segnalare le proposte pratiche suggerite durante Innovationparc per ottimizzare la gestione del cibo, limitando lo spreco. Non a caso proprio in questa direzione si sono mossi i vincitori  del WorldStar Awards della World Packaging Organisation; fra le proposte premiate anche i nuovi sacchetti per la frutta che prolungano in modo considerevole la shelf life deglia limenti, perchè dotati di un assorbitore dei gas di maturazione della frutta. 

Bene anche Components alla sua III edizione in questo fortunato 2017, con più spazio e una nuova più centrale ubicazione.

E mentre si spengono le luci su Interpack 2017, si attende l’ufficializzazione delle date di maggio 2020, ma già circolano le prime indiscrezioni sulle novità della prossima edizione.

Packaging e industria 4.0 a Interpack 2017 ultima modifica: 2017-05-15T17:36:37+02:00 da Valeria Cei