tecnologia RFID per l'industria farmaceutica

Garantire la tracciabilità in tempo reale del prodotto farmaceutico con la tecnologia RFID

Le potenzialità della tecnologia RFID nell’industria farmaceutica sono un orizzonte esplorato con interesse dalle aziende del comparto, chiamate del resto a garantire in modo sempre più efficiente, tracciabilità e sicurezza. Il processo di serializzazione del prodotto farmaceutico che a partire dal 9 febbraio del corrente anno è stato avviato secondo quanto previsto dalla direttiva (EU 62/2011 con atto delegato 161/2016), abbraccia l’intera filiera del farmaco; presupposto fondamentale una tracciatura a 360° del ciclo di vita del farmaco capace di dare riscontro dell’identità di ogni singola confezione prodotta. Indispensabile in questo quadro un integrazione fra i diversi sistemi informatici e le tecnologie che, nello scambio di dati, dovranno mantenere la corrispondenza del codice seriale stampato sulla confezione con quello depositato nel database nazionale NMVO.

In un quadro di tale complessità le tecnologie RFID si inseriscono in modo interessante dimostrando di avere tutte le carte in regola per essere una tecnologia di fondamentale supporto al processo di serializzazione nella misura in cui consentono l’automatizzazione di tutti i processi, dall’area produttiva alla logistica alla successiva distribuzione del prodotto, creando un sistema integrato di dati.

Durante la prima giornata di PHARMINTECH ad accendere un cono di luce su queste potenzialità la tavola rotonda tra i produttori di tecnologia, end user e system integrator che si sono confrontati sulle “soluzioni RFID a supporto della Supply Chain del Pharma 4.0″ .

A fare il punto sulle tecnologie RFID, Esisoftware, azienda specializzata nello sviluppo di soluzioni software per applicazioni di fabbrica in ottica Industry 4.0. divisione informatica del Gruppo Porcarelli.

Sul palco: Mauro Chiaraluce, sales and marketing manager di Esisoftware, Luca Cesari Software devolpment manager di Esisoftware, Paolo Zanetti, project manager di Palladio Group e Stefano Lucchesi di Zebra Technologies. Un intervento organizzato in collaborazione con il team di “All you can Truck & Trace“.

Pharmintech 2019 tavola rotonda tecnologia RFID

L’intervento mette in luce le potenzialità della piattaforma RFID Esisoftware che consente la tracciatura in tempo reale del passaggio lungo la catena dell’approvvigionamento di prodotti/merci. In altre parole l’azienda ha sviluppato per il comparto industria un sistema in grado di intervenire nelle fasi più critiche e soggette a inefficienza del processo produttivo. La tecnologia RFID consente di mappare gli spostamenti delle merci all’interno e all’esterno delle strutture, offrendo la possibilità di collegare e integrare questi dati con quelli provenienti dai sistemi di ricezione e spedizione delle merci. In questo modo l’azienda ha a disposizione dati fondamentali per un ulteriore automatizzazione dei processi.

L’indiscutibile vantaggio dell’automatizzazione di tutte le mansioni tradizionalmente manuali o gestite attraverso la lettura di etichette barcode, è nella possibilità di mappatura in tempo reale del percorso del prodotto con una riduzione pressoché totale dell’errore umano.

La piattaforma RFID Esisoftware consente di verificare la congruenza del contenuto di un pallet così come di una scatola, il suo corretto posizionamento rispetto ai carrelli che li movimentano all’interno e all’esterno delle strutture, tracciano le merci lungo la catena di approvvigionamento e mantengono traccia di beni e forniture.

Paolo Zanetti, project manager di Palladio Group, descrive l’introduzione di questa tecnologia all’interno dell’azienda specializzata nella produzione di packaging per il settore farmaceutico, cosmetico ed healthcare, con particolare riferimento ad astucci e foglietti illustrativi interni. L’ingresso dei dispositivi RFID integrati a soluzioni gestionali come Sme.UP ERP ha consentito di trasformare i dati in informazioni, verificando in tempo reale l’iter del prodotto lungo il suo ciclo di vita, dalla produzione alla distribuzione. Nello specifico la soluzione adottata da Palladio Group ha consentito la soluzione delle criticità legate alla qualità dell’imballaggio e della spedizione.

L’apposizione su ogni confezione di un tag RFID adesivo permette l’identificazione di ogni singolo prodotto; vengono dotati di TAG anche i pallet quindi associati a quelli delle confezioni corrispondenti. Entrambi i TAG vengono successivamente associati alla spedizione permettendo in qualsiasi momento di risalire all’esatta posizione delle merci.

La tracciatura prosegue con il GATE RFID montato in corrispondenza delle porte di carico per la lettura dei TAGS che attraversano il gate stesso. Al passaggio di un bancale la rilevazione dei TAGS viene comunicata a Sme.UP.

I passaggi fondamentali che un’azienda deve affrontare per implementare questa tecnologia sono da valutare a seconda delle prerogative dell’azienda stessa; l’evoluzione di questo tipo di tecnologie è tale infatti da consentire la progettazione di un sistema ad hoc, performante rispetto alla realtà produttiva interessata.

Tecnologia RFID per l’industria farmaceutica ultima modifica: 2019-04-11T13:45:11+02:00 da Redazione