Industria 4.0 Marchesini Group

Il progetto Al All-Around Innovation per l’Industria 4.0 di Marchesini Group

Macchine per il packaging farmaceutico di ultima generazione secondo il nuovo modello Industria 4.0, Marchesini Group firma così la propria partecipazione alla prossima edizione di Pharmintech, dal 10 al 12 aprile in fiera a Bologna.

In occasione dell’appuntamento dedicato all’industria farmaceutica, nutraceutica, cosmoceutica e delle biotecnologie, Marchesini Group apre le porte della propria realtà produttiva con un open factory che guiderà i clienti nel cuore delle ultime innovazioni tecnologiche introdotte dall’azienda.

Marchesini Group in esposizione a Pharmintech

In fiera nello stand Marchesini, macchine importanti costituiranno un breve itinerario nelle potenzialità tecnologiche sviluppate per le nuove sfide del settore pharma.

Sarà presente  la nuova soluzione all in one per la serializzazione,  Trackpack , il Tamper Evident e l’aggregazione.  3,5 metri di lunghezza per 2,3 metri larghezza delineano la struttura compatta della macchina che sottrae all’operatore diverse procedure manuali, contenendo in modo considerevole le possibilità di errore.

Presente anche una delle tecnologie di CMP PHAR.MA, entrata a far parte del Gruppo Marchesini lo scorso dicembre; vedremo RS1  la macchina per l’ispezione e test di tenuta di prodotti iniettabili.

Il centro dello spazio espositivo sarà occupato da una linea Corima composta da una riempitrice Stery LA con isolatore Isol-Air progettato da Marchesini Group e dalla ghieratrice rotativa Capsy per la chiusura di flaconi S.P.V. (Small Parenteral Volume) in ambiente sterile.

Le tecnologie proposte sono soluzioni perfettamente in linea con i requisiti richiesti dagli Enti Regolatori per i prodotti iniettabili e sono apparecchiature capaci di garantire una drastica diminuzione dei tempi di lavaggio, asciugatura e decontaminazione.

Al All-Around Innovation il progetto di Marchesini Group con la Open Factory

Quattro giorni di Open Factory per guidare i clienti nel mondo delle tecnologie sviluppate in ottica industria 4.0. I visitatori avranno modo di osservare in azione una linea per il confezionamento di blister sulla quale sono attivi i principali elementi che identificano la IV rivoluzione tecnologica:

  • Interconnessione dei sistemi 
  • Machine learning 
  • Analisi dei big data 

La linea sarà formata: a monte dalla Integra 320 con sistema di alimentazione Valida; (questo con l’ausilio di 5 telecamere consente un controllo multivisione di forma, spessore e colore delle compresse) e dal sistema di riconoscimento del principio attivo NIR (Near Infrared System). È presente anche un sistema SCADA che offre un check completo delle condizioni della macchina grazie a un monitoraggio costante dei parametri di qualità; attivo anche il sistema di manutenzione predittiva che identifica qualsiasi tipo di errore meccanico e suggerisce le opportune azioni di manutenzione programmata. A valle sarà presente letichettatrice con controllo peso BL-A420 CW , che presenta un etichetta ologramma Sicpa e Track&Trace MC 820 TT un’incartonatrice orizzontale.

Questa linea presenta inoltre un pacchetto appositamente studiato in ottica industria 4.0, maturato dall’esperienza di un altro partner recente, Sea Vision. In particolare le macchine indicate presentano:

  1. Da sistemi semi-chiusi le macchine rappresentano un’ ecosistema totalmente aperto. Trasmettono dati e utilizzano dati provenienti dall’esterno. Con il protocollo OPC UA  e l’interconnessione delle tecnologie, la comunicazione è attiva non solo all’interno della fabbrica, tra le macchine e i sistemi gestionali (ERP e MES), ma anche con organismi esterni all’azienda, come nel caso di coloro che erogano i codici serializzati.
  2. La software suite avanzata e modulare YUDOO sviluppata da SEA Vision. Comprende diverse funzionalità da selezionare sulla base del cliente. La piattaforma consente la gestione e l’analisi di tutti i dati provenienti dall’esterno e all’esterno destinati. L’implementazione di YUDOO consente la gestione di un’enorme mole di dati tradizionalmente non impiegati e invece utilizzabili per diverse finalità non ultima l’ottimizzazione dei processi produttivi.

    Le tecnologie presentate durante la Open Factory sono strumenti che una volta portati a pieno regime possono cambiare il volto delle
    realtà produttive in modo decisivo, trasformandole in sistemi interconnesi. I percorsi della Open Factory si snoderanno anche attraverso la prototipazione rapida e il reparto logistico. Quest’ultimo oggetto di ingenti investimenti per aumentare la capacità di stoccaggio fino a 1500 metri cubi e rispondere a un aumento della capacità produttiva del 20% rispetto a oggi.  
     
    Sarà inoltre possibile per i clienti provare la Manutenzione in Remoto con l’ausilio di occhiali con realtà aumentata. Questa funzionalità permette di intervenire dalla sede direttamente sulle macchine installate nei siti produttivi dei clienti, interagire con l’operatore sul posto e trasmettere in tempo reale istruzioni.  Si tratta dell’evoluzione degli interventi di manutenzione, più rapidi ed efficienti.  Presso al Open Factory infine sarà possibile visitare la virtual room, navigando in un ambiente virtuale che ripropone quello della macchina in costruzione.

Industria 4.0: Marchesini Group a Pharmintech 2019 ultima modifica: 2019-03-25T10:29:45+01:00 da Redazione