Imballaggi sostenibili

Nell’edizione dedicata alla sostenibilità Piccoli Plast fa il punto sull’adozione delle bioplastiche per imballaggi sempre più sostenibili

Piccoli Plast, azienda a gestione familiare  di Caselle Landi, in provincia di Lodi, che opera da oltre 25 anni nel settore del packaging di contenitori soffiati ed articoli tecnici con un particolare impegno nella produzione di imballaggi sostenibili, partecipa anche quest’anno al Cosmopack, il salone internazionale dedicato alla filiera produttiva della cosmetica.

La manifestazione si svolge al quartiere fieristico di Bologna dal 14 al 17 marzo 2019 in contemporanea con Cosmoprof.

Dalle materie prime agli ingredienti, dalla produzione conto terzi al packaging, dagli applicatori fino ai macchinari e alle soluzioni full service. In questo quadro non poteva mancare l’azienda lombarda che, forte di una solida esperienza nel soffiaggio delle materie plastichee  in linea con le nuove tendenze della green economy, oltre alla produzione più tradizionale porta in fiera i suoi imballaggi sostenibili, con l’obiettivo di contribuire alla riduzione dell’inquinamento da materiali plastici.

Una scelta che va di pari passo con quella del salone, che riunisce tutti i settori dell’industria della bellezza: l’edizione 2019 ha come leit motiv proprio il tema della sostenibilità.  

Serie Ely Imballaggi sostenibili

Il reparto Ricerca e Sviluppo della Piccoli Plast si sta impegnando in particolare per favorire l’utilizzo di bioplastiche, ad esempio tipologie di polietilene PE la cui origine non sia fossile ma rinnovabile, ovvero di origine vegetale (a partire da materie prime quali la canna da zucchero), combinando innovazione, tecnologia e sostenibilità.

materiali per imballaggi sostenibili

E’ il caso del Green PETM, al 100% riciclabile, che consente di ottenere un packaging biobased particolarmente indicato in presenza di un sistema di riciclo della plastica, quando il rischio di “abbandono” nell’ambiente sia effettivamente basso. Doppio il risultato ottenibile: basso impatto nella fase di produzione e successivo riciclo per imballaggi finalmente più sostenibili.

Ma perché preferire una plastica di origine rinnovabile?

“La principale ragione – spiegano alla Piccoli Plast – è l’emissione di CO2. I vegetali per crescere assorbono la CO2 che viene poi convertita tramite la fotosintesi in glucosio, uno zucchero. “

“Una pianta – proseguono – è quindi un assorbitore di CO2. Possiamo immaginare che la CO2 rimanga intrappolata  nella pianta che l’ha assorbita . Tecnicamente la pianta trattiene in sé il carbonio (C )della CO2.  Nel caso del Green PE questi stessi atomi di Carbonio C li troviamo poi nell’etanolo ottenuto dalla canna da zucchero e quindi nel polietilene . Quindi Il Green PETMè preferibile al PE fossile perché, con la sua produzione, si contribuisce a non aumentare troppo velocemente il livello di CO2 nell’ambiente.”

“Utilizzando il Green PETM, che per la sua produzione ha un impatto di emissione CO2 equivalente negativo– concludono gli esperti di Piccoli Plast – è possibile quindi compensare la CO2  proveniente da altre attività che impattano sul GWP ( Global Warning Potential) di un prodotto. Idealmente l’uso di un prodotto in Green PE potrebbe compensare parte della CO2 prodotta durante la produzione o il trasporto del prodotto stesso.”

Il nuovo corso intrapreso dalla Piccoli Plast è in linea con la mission aziendale, che consiste nel creare, produrre e fornire imballaggi sostenibili come  articoli che privilegiano la qualità

“Proprio per questo abbiamo sempre investito le nostre risorse e sempre continueremo a farlo nel nostro personale, puntando su formazione ed aggiornamenti, sostituendo gli impianti di produzione con nuovi macchinaricon movimenti elettrici, più tecnologici e silenziosi, utilizzando materiali conformi alle normative vigenti e ora a richiesta anche materiali di origine vegetale e additivi che consentono la biodegradabilità dei contenitori.”

Monica Dall’Olio

Gli imballaggi sostenibili di Piccoli Plast al Cosmopack ultima modifica: 2019-03-12T10:28:51+02:00 da Redazione