Ecomondo 2022

Dall’8 all’11 novembre in fiera a Rimini la nuova edizione dell’evento in contemporanea con Key Energy

Sono già avanti i preparativi per Ecomondo 2022, la nuova edizione dell’evento internazionale dedicato all’economia circolare che si svolgerà dall’8 all’11 novembre 2022 nel quartiere fieristico di Rimini. Per accogliere adeguatamente le soluzioni tecnologiche “green” più efficienti ed innovative saranno, anche nella prossima edizione, 4 le macro aree lungo le quali si svilupperà la manifestazione: gestione dei rifiuti, bioeconomia, trattamento delle acque e bonifica dei siti contaminati.

Per la prossima edizione, inoltre, un ruolo sempre più significativo sarà quello dei contenuti special. Sono già previsti:

  • Textile Hub. Introdotto nell’edizione 2021,  l’Osservatorio Tessile ha come obiettivo quello di unire tutti i principali player della filiera, quindi i produttori dei rifiuti, i gestori, consorzi e associazioni di categoria, ma anche gli istituti di ricerca e sviluppo che si occupano di ecodesign per la produzione tessile in ottica sostenibile. 
  • Salvaguardia e rigenerazione ambientale. Dalle “trenchless technologies” al risanamento e riqualificazione dei siti inquinati e la rigenerazione delle coste, – ci spiegano – la prossima edizione di Ecomondo porterà in fiera le aziende specializzate in progettazione di grandi opere, a tutti gli effetti eccellenze Made in Italy in fatto di tutela ambientale.
  • Food waste. in vista del raggiungimento dell’obiettivo 12 dell’Agenda 2030, per la riduzione dello spreco alimentare troveremo in fiera a Rimini le ultime tecnologie e buone pratiche che uniscono qualità degli alimenti e riduzione dello scarto nel pre e post consumo. 
  • Villaggio della sanificazione. Altro settore inaugurato nella passata edizione, il villaggio della santificazione torna in esposizione con le ultime novità in fatto di prodotti e tecnologie per la prevenzione e la salubrità degli ambienti privati e pubblici.
  • Start-up e Innovazione. Torna, infine, lo spazio dedicato a Start-up e scale-up italiane e internazionali per offrire la panoramica più completa su prodotti e servizi innovativi dedicati alla filiera delle green technologies, dal riciclo alle rinnovabili, in partnership con ICE e ART-ER.

L’area convegni alla prossima a edizione di ECOMONDO

Ed è a lavoro anche il Comitato Scientifico, presieduto dal prof. Fabio Fava dell’Università di Bologna che si occuperà come ogni edizione dell’importante area Convegni dell’evento. Il ricco programma di interventi seguirà la distinzione canonica fra conferenze sul PNRR, di filiera e conferenze “faro” e porterà a Rimini, esperti, ricercatori, aziende, istituzioni nazionali e internazionali con una presenza della Commissione europea sempre più rilevante. Sono del resto ormai molti anni che IEG ha assunto un ruolo di primo piano a livello europeo e mediterraneo sul fronte dell’innovazione e delle policy per la transizione ecologica, grazie proprio al lavoro del suo Comitato Tecnico Scientifico. Ad aprire l’evento, come tradizione vuole, gli Stati Generali della Green Economy promossi dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero della Transizione Ecologica e il patrocinio della Commissione europea, giunti all’XI esima edizione.

I 25 anni di Ecomondo

Ma la prossima edizione della manifestazione sarà anche quella di un compleanno importante; Ecomondo compie 25 anni e per festeggiare la ricorrenza, oltre agli eventi in fiera, il Presidente di IEG Cagnoni e l’AD Peraboni hanno voluto incontrare in modo informale Associazioni e Consorzi che fin dalla prima edizione hanno sostenuto ECOMONDO come manifestazione e progetto su vasta scala.

Considerata una manifestazione d’eccellenza a livello europeo, oggi Ecomondo è un punto di riferimento a livello […] istituzionale, imprenditoriale, associativo e per la ricerca e l’innovazione nella bioeconomia circolare e della sostenibilità sociale, economica e ambientale con una forte valenza innovativa, internazionale e di business […]

Il polo fieristico di Rimini è stato il primo a soffermarsi sulla valorizzazione dei rifiuti intesi come risorsa, a partire dalla nascita nel 1997 del marchio Ricicla poi evolutosi in Ecomondo. […] L’impegno in questi anni è cresciuto molto, ma la radice rimane la stessa – precisa la nota diffusa da IEG – intercettare i trend europei dal punto di vista delle policy e delle tecnologie emergenti, per affrontare i grandi temi dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici e le loro ripercussioni sulla salute dei cittadini e sui sistemi produttivi. IEG, insieme ai suoi fondamentali partner, continuerà a dare risposte concrete alle nuove necessità dell’industria, orientata sempre di più verso un sistema economico che ha nella sostenibilità il suo focus principale.[…]

Rispetto al futuro poi, […] Ecomondo per i prossimi anni continuerà a fare sistema tra associazioni di categoria, policy makers, imprese virtuose e mondo accademico … ricerca industriale e scienza al fine di spingere la crescita del Paese secondo i criteri del Green New Deal, favorendo l’adozione del PNRR in modo rigoroso affinché rappresenti un grande volano anche per colmare il gap tra Nord e Sud.[…]

ECOMONDO 2022, obiettivo: guidare la transizione ecologica ultima modifica: 2022-07-13T18:10:03+02:00 da Valeria Cei