Stand Finpac Sleeve ad Ipack Ima 2022

Successivamente all’acquisizione del 100% di Finpac Italia da parte della holding italiana IZH, in fiera ad Ipack-Ima la nuova impronta di un’azienda storica

Con più di 40 anni di storia alle spalle Finpac Italia, è fra le aziende specializzate in soluzioni all’avanguardia per l’etichettatura termoretraibile più importanti in Europa. Dalla commercializzazione di sistemi di shrink sleeve iniziale alla progettazione, realizzazione e lancio sul mercato nel 2005 del primo shrink sleeve system interamente progettato in casa, l’ascesa dell’azienda è stata costante. Attualmente le tecnologie a firma Finpac Italia sono presenti in oltre 40 paesi del mondo, e l’azienda è fra i primi leader di mercato globale per questa tecnologia.

Successivamente alla recente acquisizione della holding italiana IZH, è nata Finpac Sleeve Srl, un’ azienda sintesi del grande bagaglio di esperienza del colosso Finca Italia e forte della propensione all’innovazione e all’internazionalizzazione della nuova proprietà. Il ritorno in fiera ad Ipack-Ima, l’evento internazionale dedicato al processing e al packaging svoltosi in fiera a Milano dal 3 al 6 maggio 2022, ha dato modo alla nuova azienda di puntualizzare la propria presenza, tracciando una linea di continuità con il passato ma al contempo impostando le coordinate che guideranno verso il futuro. Oltre all’entusiasmo di clienti storici e partner più recenti, forte la curiosità e importanti le aspettative sulla nuova proprietà. È la Dott.ssa Ilaria Zilio, a capo dell’azienda, una professionista disponibile a raccontarsi e descrivere i prossimi impegni. Grande preparazione, un profilo internazionale, carisma, passione e molta determinazione con la quale chiarisce la propria visione sugli obiettivi e i valori fondamentali che ispireranno il futuro della nuova azienda.

Ad Ipack-Ima in uno stand che richiama il valore della natura e il doveroso impegno che deve essere di ognuno a preservarla, parliamo subito del ruolo dell’innovazione tecnologica nella questione ambientale; un tema immediatamente all’attenzione della Dott.ssa Zilio che ha voluto dirigere i primi investimenti proprio in questa direzione, ottimizzando in ottica sostenibile la gamma di apparecchiature presenti, ancora più versatili specialmente rispetto all’impiego di nuovi materiali riciclabili.

Il rispetto nei confronti dei risultati raggiunti nel corso di tanti anni dalla precedente proprietà è tanto
commenta la Dott.ssa Zilio,  non a caso le due aziende di cui è espressione Finpac Sleeve rimarranno attive entrambe“. Nel suo approccio grande interesse verso collaborazioni orizzontali con altre aziende, specie per l’ingresso su nuovi mercati internazionali potenzialmente interessanti, poi la valorizzazione delle risorse interne, concedere il giusto spazio, coinvolgere e curare l’ambiente di lavoro valorizzando il contributo di ognuno nel raggiungimento degli obiettivi aziendali. 

[…] Il ritorno in fiera ad Ipack-Ima, ci racconta, per noi era importante per dare un segnale di presenza e raccontare che alla qualità e alla professionalità delle nostre tecnologie si aggiungono nuove soluzioni e opportunità. Siamo forti della nostra storia e su quella stiamo costruendo molto altro, anche qualcosa di diverso […].  E gli impegni fieristici non mancheranno nel prossimo futuro di Finpac Sleeve che sarà presente a Monaco in occasione di Drintek dal 12 al 16 settembre, a Dubai dall’8 al 10 novembre per il Gulfood Manufacturing 2022, quindi in Italia a Milano per il SIMEI dal 15 al 18 novembre e poi nuovamente oltre confine, in India e Messico. 

La nuova macchina a bassa velocità, lo sleeve applicator SHM LS

Novità anche sul fronte delle tecnologie, Finpack Sleeve punta sul nuovo sleeve applicator SHM LS, un modello a bassa velocità, in linea con le attuali esigenze di mercato. Si tratta di una tecnologia vincente perché versatile, capace di gestire differenti tipologie applicative e ideale per soddisfare le richieste delle piccole produzioni, dai birrifici alle aziende vinicole. Altissimi gli standard qualitativi in termini di velocità e durata per una tecnologia che si aggiunge a quelle già esistenti con l’intenzione di intercettare una nuova fetta di mercato. Sempre in quest’ottica, con il nuovo sleeve applicator SHM LS, Finpac Sleeve si sta organizzando per lavorare anche come Copaker, consentendo anche alle aziende con bassi quantitativi che non vogliano o possano acquistare una piccola linea o una macchina, di servirsi di questa tecnologia. 

Molti progetti dunque e grande operatività per Finpac Sleeve che non potrebbe essere più vitale, e pronta a cambiare.


Etichettatura termoretraibile Finpack Sleeve: dritta verso il futuro ultima modifica: 2022-06-08T11:53:53+02:00 da Valeria Cei