Vista area della sede di Settimo Torinese di Mrking Products

Alla scoperta della stampante Hitachi Serie UX2 a getto d’inchiostro, in anteprima europea e della stampante a trasferimento termico diretto Quick X

Ipack-Ima, la fiera specializzata nel processing e packaging food e non food che si svolgerà a Fiera Milano Rho dal 3 al 6 maggio 2022, è presente anche Marking Products, fornitore di sistemi di codifica e stampa industriale e rivenditore in esclusiva per l’Italia di HITACHI e Matthews Marking Systems, che allestisce la propria area espositiva al padiglione 4 (stand A19).

L’appuntamento si preannuncia particolarmente interessante, in quanto segna il ritorno nel capoluogo lombardo di The Innovation Alliance, con la contemporanea di ben 4 appuntamenti, ovvero Ipack-Ima, Greenplast, Print4All e Intralogistica Italia: una proposta di filiera che va dalle soluzioni più sostenibili per la lavorazione della plastica e della carta alla loro personalizzazione grafica, dal processing e packaging food e non food fino alla movimentazione e allo stoccaggio delle merci.

Allo stand in fiera

A Milano l’azienda porta l’offerta consolidata, ovvero le stampanti a getto di inchiostro micro-carattere per la marcatura industriale della gamma Hitachi, ideali per la marcatura di date di scadenza, lotti, caratteri numerici, codici a barre, Data Matrix, QR-code e loghi grafici; sempre di Hitachi, i marcatori laser della nuova serie LM C-301 del marchio, basata sul laser vettoriale CO2 per la massima efficienza nella marcatura dei materiali per il packaging industriale: carta, cartone ondulato, vetro, plastica e pellicole. E ancora, i sistemi ad alta definizione e DOD “Drop On Demand” di Matthews Marking Systems destinati alla marcatura industriale, dall’industria edile a quella del legno, dell’imballaggio, dell’estrusione, del settore gomma, pneumatici e metallurgico.

In mostra anche le etichettatrici a trasferimento termico e Print & Apply (stampa e applica).

Ci sono anche le novità: Hitachi Serie UX2 e Quick X

Non mancheranno le novità, che verranno presentate a visitatori e clienti, in particolare il nuovo modello di stampante a getto d’inchiostro Hitachi Serie UX2 e la stampante a trasferimento termico diretto Quick X.

Novità in fiera: la stampante inkjet di Hitachi UX2.

Per il codificatore inkjet Serie UX-2, nuova generazione del brand giapponese Hitachi, si tratta di un vero e proprio lancio sul mercato. In anteprima europea ne verranno svelate nuove caratteristiche tecnologiche e performance. 

“Possiamo anticipare – sottolinea l’azienda – che si tratta di una macchina a consumo ridotto di inchiostro e solvente, a ridottissimo consumo energetico e di elevatissima durata, grazie a un grado di protezione IP65. Inoltre, utilizza i nuovi inchiostri MEK-free e rientra in Industry 4.0, in virtù dell’avanzato livello di connettività che è in grado di esprimere.  

I flaconi di inchiostro e solvente MEK-free.

“L’impiego dei più moderni protocolli di comunicazione come OPC-UA – prosegue – la rendono virtualmente compatibile con qualsiasi tipo di rete, indipendentemente dal sistema operativo. Ricordiamo anche che le ultime versioni UX sono inoltre equipaggiate con connessione Ethernet/IP, OPC-UA, Modbus e Seriale RS-232.”

L’altra novità a Ipak-Ima è Quick X, stampante a trasferimento termico diretto dall’elevato grado di connettività immessa sul mercato recentemente ma già molto conosciuta, indicata per stampare dati variabili in modo intermittente e continuo su grandi volumi di film da imballaggio, inoltre è l’unico modello in grado di avere un rapido caricamento del ribbon e rapida sostituzione della testa di stampa.

Grazie alla costruzione modulare e alla sua compatibilità la QUICK X può essere facilmente integrata in macchine da imballaggio o linee di produzione già esistenti. Non necessita di aria compressa dato che la testina di stampa è comandata da un motore. Questo si traduce in riduzione dei costi, manutenzione più facile, migliori performance e tempi di attività.

Da evidenziare anche la sostenibilità: la funzione “salva nastro” assicura che venga utilizzato solo il nastro necessario per la stampa, con una riduzione di costi e rifiuti e la necessità di sostituire il nastro meno frequentemente. Infine, massimizzati anche i tempi di attività: il cambio nastro ergonomico e rapido e la sostituzione della testina in pochi secondi assicurano fermi macchina minimi.

Un’esperienza interattiva

Cosa succederà in fiera a Milano? Oltre a trovare in esposizione una vasta gamma dell’offerta Marking Products e ad assistere alla presentazione dei nuovi prodotti, il visitatore potrà usufruire dei vantaggi offerti dall’innovazione industriale degli ultimi modelli proposti, che passa per la connessione tramite cavo Ethernet e la gestione da remoto: requisiti indispensabili per la rivoluzione di Industria 4.0. Grazie ai PC connessi sarà possibile provare il collegamento alle diverse tipologie di marcatori, gestendoli come se si fosse davanti al marcatore stesso.

Monica Dall’Olio

Marcatura e codifica: Marking Products a Ipack-Ima porta le ultime novità ultima modifica: 2022-04-11T16:23:39+02:00 da Redazione