sigep 2020 proposta di packaging sostenibile

Gusto, qualità, sostenibilità e creatività: il Sigep 2020 è una ricetta vincente che non risparmia ingredienti

Si è appena conclusa l’edizione 2020 di Sigep, il Salone Internazionale di Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè, svoltosi a Rimini in contemporanea con la più giovane A.B. Tech Expo, alla sesta edizione – il Salone delle tecnologie e prodotti per la panificazione, pasticceria e dolciario. Una 41esima edizione che è un indiscusso successo con numeri da capogiro: 200mila presenze di operatori professionali, 33mila buyer provenienti da 187 paesi, Spagna in testa, Germania e Francia subito dopo, ma anche una forte rappresentanza di paesi da Asia e Americhe a partire da Cina e Stati Uniti. 

Un’edizione che fa il punto sulla qualità delle materie prime, esalta il sapore come rispetto della naturalità del prodotto, presta attenzione al benessere e propone come possibile il binomiogusto e salute”. L’attenzione alle esigenze di coloro che hanno intolleranze o regimi alimentari alternativi, sono al centro di un’offerta che diventa sempre più completa e non rinuncia a soddisfare il palato, confermando una tendenza già in essere da qualche anno a questa parte. Le nuove linee ad alta digeribilità, senza lattosio e senza glutine, convincono anche nel sapore e consentono una varietà sempre più ampia di gusti.

Le tecnologie dal canto loro assistono il comparto con soluzioni che pongono l’innovazione al servizio della qualità, per migliorare gli standard di conservazione dei prodotti, ottimizzando i consumi. La funzionalità nella gestione degli spazi lavorativi è fondamentale e la versatilità delle tecnologie veste di efficienza anche i luoghi più inattesi.

La sostenibilità ambientale è un tema trasversale alle categorie merceologiche, dal gelato al caffè dai panificati alla pasticceria, dai prodotti alle tecnologie, al packaging.

Il packaging del gelato: efficienza è sostenibilità

Il packaging è sotto i riflettori con una gamma di soluzioni che mettono la sicurezza del prodotto e la sostenibilità dei materiali al primo posto, dalle linee sviluppate con i materiali tradizionali, alle linee ecologiche di cui dispongono la maggioranza dei produttori di packaging per gli alimenti. La carta è grande protagonista, come nel caso delle soluzioni proposte al Sigep da Cartoprint; l’azienda oltre a un ampio assortimento di coppe, coppette e bicchierini per gelato realizzati in carta di primissima qualità certificata FSC®, propone anche i prodotti ECO CUP, della linea Naturelly Cartoprint. Si tratta in questo caso della Linea Bio dell’azienda che ha sostituito la sottilissima pellicola di politene che riveste l’interno del bicchiere con un biopolimero biodegradabile e compostabile al 100%.

Ma accanto alla carta, sempre più diffusi sono i materiali alternativi, riciclabili e compostabili e specialmente in grado di garantire le stesse performance tecniche delle linee tradizionali in plastica. Le plastiche derivate da sostanze organiche come mais, grano e barbabietole confermano la risposta decisa e un impegno importante delle aziende nello sviluppare nuove soluzioni di packaging sostenibile; un’apertura a materiali diversi capaci di accompagnare il settore in questa fase di transizione fondamentale.

È il caso per esempio della linea Natura Bio di J&L che al Sigep propone un ampio assortimento di packaging per le gelaterie interamente realizzato con materiali compostabili e biodegradabili: dalle coppette ai bicchieri all’intera gamma degli accessori. Non manca certo la possibilità di personalizzazione grafica e l’aspetto tecnologico che, nel caso delle vaschette termiche, in catalogo già dallo scorso anno, non fanno rimpiangere nelle prestazioni i modelli tradizionali. Novità per il Sigep 2020, fra le altre, Naturesse , il contenitore ecologico per il consumo dell’asporto.

Innovativa e particolarmente interessante anche la risposta dei produttori per gli imballaggi flessibili, come nel caso di Polycart. L’azienda produce e stampa film in materie plastiche tradizionali e compostabili per imballaggi flessibili di vari spessori e misure. Da sempre vicina al mondo delle bioplastiche è una realtà produttiva che ha investito e continua a investire molto in macchine e personale specializzato per evolvere in questa direzione.

Interessante e di atmosfera anche la proposta di quelle aziende che del packaging esaltano la funzioni tradizionali e giocano sul versante del design. È il caso del packaging di Wandy &Co, che in uno stand di grande atmosfera fa della confezione una piccola opera d’arte. Bella l’idea di accostare a soluzioni di packaging di prodotto un’ampia gamma di accessori coordinati con vere e proprie linee che diventano una scelta di design per il punto vendita. I materiali sono in buona parte naturali, dalle carte, alle stoffe, dal legno, ai metalli e per tutti, inclusi i materiali tradizionali, si promuove la via del riutilizzo. Si allunga il ciclo di vita di imballaggi ed accessori che si aprono ad utilizzi diversi dopo essere entrati nelle nostre case, anche questa è sostenibilità.

Dal gelato alla pasticceria alla panificazione, il packaging riflette la crescita costante del consumo fuori casa. I progetti di design in questo senso non esitano a proporre soluzioni che esaltano la funzionalità della confezione, ottimizzando i materiali. Le dimensioni e quindi il peso sono più contenuti, anche a parità di resistenza. La ricerca nelle linee è evidente.

Sul fronte del caffè, l’area espositiva arrivata più di recente a Sigep, la partita si gioca sull’efficienza del confezionamento per una conservazione del prodotto sempre più efficace. L’attenzione alla funzionalità e alla riduzione degli sprechi è una prerogativa essenziale e non mancano proposte interessanti e innovative come quella dell’Emiliana OPEM. L’azienda di Parmense ha di recente presentato una nuova macchina per il confezionamento di sacchetti in atmosfera modificata a 4 saldature, utilizzando un sistema salva aroma con tappo apri e chiudi. Si chiama SmartBag, il contenitore flessibile impiegato, dotato della stessa funzionalità del barattolo tradizionale. Applicabile su tutti i tipi di film impiegati per le confezioni di prodotti polverosi, consente di ridurre gli spazi, il peso e ottimizza i costi.

Sigep 2020: 200mila presenze da 187 paesi per la 41esima edizione ultima modifica: 2020-01-27T11:44:00+01:00 da Redazione