riciclo etichette autoadesive

Il riciclo delle etichette autoadesive trasformate in carta da stampa per libri e riviste

Henkel ha sperimentato e messo a punto un sistema di  riciclo etichette autoadesive, riutilizzando i liner di carta siliconta scarto di produzione nel processo di etichettatura, per la produzione di cartoncino

La pratica virtuosa adottata dall’azienda attiva in tutto il mondo e presente in Italia da oltre 80 anni con la produzione di detersivi dei marchi più famosi, è stata possibile grazie alla partnership con UPM Raflatac. Solo nel corso del 2016 Henkel ha prodotto nello stabilimento tedesco di Wassertrüdingen circa 400 tonnellate di supporti siliconati e li ha interamente riciclati; invece di destinarli a inceneritori e discariche gli scarti sono stati trasformati nella cartiera UPM di Plattling in Germania, in carta da stampa per libri e riviste.

La partnership fra le due aziende rappresenta un esempio di collaborazione e innovazione rivolta alla sostenibilità.

Henkel, azienda produttrice a livello internazionale di prodotti di largo consumo commerciale e industriale, continua il suo rapporto di collaborazione con UPM Raflatac e più di recente ha ottenuto la certificazione come partner RafCycle per il riciclaggio di supporti in glassine.

Riciclo etichette autoadesive: l’esempio di Henkel ultima modifica: 2017-05-09T10:02:30+02:00 da Valeria Cei