ECOMONDO 2023

Conto alla rovescia per l’evento dedicato all’economia circolare, dal 7 all’10 novembre in fiera a Rimini

Dal 7 al 10 novembre 2023, presso il centro fieristico di Rimini, si terrà la XXVI edizione di ECOMONDO, l’evento organizzato da Italian Exhibition Group (IEG), principale punto di riferimento nell’area del Mediterraneo per tutto ciò che riguarda l’economia circolare.

Saranno oltre 1.500 i marchi espositori, distribuiti su una superficie di ben 150.000 metri quadrati, considerando che in questa edizione, Ecomondo utilizzerà l’intero spazio espositivo di Rimini Fiera. Attesi oltre 300 buyer internazionali e 280 delegati da diverse parti del mondo, fra di essi rappresentanti di associazioni industriali, enti governativi, cluster, camere di commercio e rappresentanti istituzionali. Durante i 4 giorni di manifestazione saranno oltre 170 gli eventi in programma, che affronteranno gli aspetti di maggior interesse per il settore, con approfondimenti di taglio scientifico, economico, tecnico, il coinvolgimento del Comitato Tecnico Scientifico con i principali partner istituzionali e tecnici della manifestazione. Inoltre, il board internazionale includerà esperti provenienti dalla Commissione europea, OCSE, FAO, UfM, EEA e ISWA.

L’ evento di riferimento per tutti gli aggiornamenti e le opportunità collegate alla transizione ecologica e all’economia circolare si prepara all’apertura dell’edizione più grande di sempre, che prenderà il via, come tradizione vuole, con gli Stati Generali della Green Economy, organizzati dalla Fondazione Sviluppo Sostenibile in collaborazione con il Consiglio Nazionale composto da 65 organizzazioni di imprese green in Italia, insieme al MASE.

Le macroaree di Ecomondo 2023

Sono sei le macroaree in cui si articola la manifestazione, ciascuna dedicata a un aspetto chiave della sostenibilità ambientale : Waste as Resource, Sites & Soil Restoration, Circular & Regenerative Bio-economy, Bio-Energy & Agroecology, Water Cycle & Blue Economy, Environmental Monitoring & Control: La valorizzazione dei rifiuti come risorse, la rigenerazione dei suoli e degli ecosistemi, l’energia ottenuta dalle biomasse, l’uso dei rifiuti come materie prime, il ciclo idrico integrato e il monitoraggio ambientale; per ognuno di questi ambiti un orizzonte completo sulle tecnologie e le soluzioni più all’avanguardia per rispondere in modo efficace ed efficiente alle sfide contemporanee.

In questa edizione, inoltre, l’apertura di quattro nuovi distretti espositivi dedicati rispettivamente al tessile, alla carta, all’innovazione e alle start-up, insieme a uno spazio importante per la blue economy, con soluzioni per la gestione delle risorse idriche e la filiera alimentare. Ecomondo ospiterà anche il salone biennale SAL.VE. in partnership con ANFIA, che metterà in mostra veicoli ecologici per la raccolta dei rifiuti e la nettezza urbana a propulsione elettrica, con un’area dedicata per i test drive. 

L’interesse di Ecomondo per il settore tessile

Ecomondo 2023, darà notevole importanza alla sostenibilità della filiera tessile, un settore riconosciuto come fondamentale dall’Unione Europea. Saranno affrontate quindi con particolare attenzione, le tematiche legate all’eco-design, alla responsabilità del produttore e all’etichettatura, promuovendo soluzioni lungo l’intera catena di produzione, dal pre-consumo al post-consumo. Gli attori coinvolti presenteranno progetti in corso e obiettivi finali, con l’intento di sviluppare nuovi modelli di business e migliorare la gestione dei rifiuti tessili nei comuni italiani. Non mancherà un’area dedicata al dibattito e all’esposizione che coinvolgerà produttori di rifiuti tessili, gestori, consorzi, associazioni, istituti di ricerca, impianti di trattamento e valorizzazione dei tessuti e anche il settore del “second hand”.

Ecomondo 2023: dalle BIO Cities alle start- up sotto il segno dell’innovazione

A Ecomondo 2023, poi, non mancherà una particolare attenzione per le città circolari e salubri, con un progetto dedicato alla rigenerazione urbana, al verde, all’efficienza nella gestione delle risorse idriche, del cibo, delle acque reflue e dei rifiuti. La fiera si conferma come incubatore di progetti innovativi, con un’area Start-Up e Scale-Up Innovation nel nuovo ingresso Est, offrendo una piattaforma di dialogo più ampia per imprese e investitori. L’evento includerà 20 start-up selezionate e prevede un premio per le start-up con alto potenziale innovativo e un premio per gli innovatori green. Inoltre, sarà presente uno spazio chiamato “E23 Green Jobs & Skills” che collega domanda e offerta in base alle esigenze emerse dalle aziende espositrici e alle caratteristiche dei candidati individuati tramite la piattaforma digitale Green Tech Insights.

La scommessa sulle nuove generazioni

Ecomondo 2023 sui temi di frontiera mostrerà la massima attenzione verso la sensibilità delle generazioni più giovani per l’ambiente. L’evento si propone anche come una piattaforma per promuovere la ricerca tecnologica attuale e creare opportunità di lavoro per il futuro. Inoltre, si concentra sul coinvolgimento delle nuove generazioni, offrendo scambi di conoscenze, accesso a bandi di ricerca e finanziamenti europei. Ecomondo si allinea, infine, con il cambiamento nel modo di fare impresa, dedicando spazio alle B-Corp con il loro modello di business rigenerativo e responsabile – e al linguaggio della sostenibilità, con particolare attenzione alla responsabilità nella comunicazione d’impresa.

Ecomondo 2023: l’edizione più grande di sempre ultima modifica: 2023-10-23T12:46:16+02:00 da Redazione