Cambiamenti e novità sul bonus pubblicità: come funziona il credito d’imposta secondo il decreto attuativo

È arrivato l’atteso decreto attuativo per il bonus pubblicità; “e luce fu” dunque sulle modalità definitive di attuazione della legge. Non poche le sorprese successive alla firma con cambiamenti rispetto al disegno originario anche importanti, vediamoli insieme.

Ricordiamo che si tratta delle misure previste nell’art. 57-bis del dl 50/2017, modificate dal decreto fiscale relativo alla Legge di Bilancio, dl 148/2017, grazie al quale il bonus pubblicità è stato esteso anche alle imprese e enti del terzo settore e include la pubblicità televisiva a mezzo stampa tradizionale e su testate on line.

Decisa la battuta d’arresto sul fronte degli incentivi non incrementali che taglia definitivamente fuori dal bonus pubblicità le imprese neo costituite in corso d’anno. Congelato per il momento il credito d’imposta al 90% proposto per le microimprese e le PMI, rispetto al quale si attende il benestare UE. Confermati invece i benefici in favore degli investimenti incrementali, dunque, ad essere premiato è uno storico dimostrabile dell’azienda per gli investimenti pubblicitari. Gli incentivi riguardano l’incremento calcolato sulla base degli investimenti avvenuti nello stesso periodo dell’anno precedente.

Riassumendo, il bonus pubblicità 2018 consentirà di usufruire di un credito d’imposta del 75% sugli investimenti incrementali per almeno l’1% rispetto a quelli sostenuti nel 2017  per il medesimo mezzo di comunicazione. Per coloro che hanno investito in campagne pubblicitarie nel periodo compreso fra il 24 giugno e il 31 dicembre 2017 la metodica di calcolo è la medesima e fa riferimento allo stesso periodo del 2016.

Qualora venisse superato dalle richieste l’importo stanziato per il beneficio, la ripartizione seguirà un criterio proporzionale.

Chi può usufruire del bonus pubblicità?

Il decreto attuativo conferma la possibilità di usufruire del bonus pubblicità da parte di tutte le imprese, i lavoratori autonomi, imprese ed enti del terzo settore. A loro disposizione sono stati stanziati 20 milioni di euro destinati alle spese sostenute nella forbice giugno-dicembre 2017 e 42,5 milioni di euro per i benefici relativi al 2018.

Il bonus pubblicità verrà fruito sottoforma di credito d’imposta dunque andrà in compensazione tramite la presentazione dell’apposito F24 per via telematica e indicato nella denuncia dei redditi.

Quali sono le spese ammesse dal bonus pubblicità?

decreto attuativo bonus pubblicità stampaRientrano fra le spese oggetto di beneficio, calcolate al netto di tutte le spese considerate accessorie all’acquisto dello spazio pubblicitario stesso, è il caso delle spese di agenzia o intermediazione:

  • l’acquisto di spazi pubblicitari incluse inserzioni su quotidiani, periodici sia in edizione cartacea che nel caso delle testate on line
  • l’acquisto di spazi pubblicitari su emittenti radiofoniche e televisive locali analogiche e digitali.

Restano escluse le spese sostenute per l’acquisto di spazi televisivi per televendite di prodotti o servizi di qualsiasi genere e l’acquisto di inserzioni e spazi pubblicitari radiofonici e televisivi per la promozione di pronostici, giochi e scommesse con vincite in denaro, chat line e servizi di messaggistica vocale.

Come presentare domanda per il bonus pubblicità

Il decreto attuativo per il bonus pubblicità conferma anche le modalità di presentazione delle domande rigorosamente telematica. Saranno sempre  da inoltrare nel mese di marzo e ad esse seguirà, entro la fine del successivo mese di aprile, la pubblicazione da parte del Ministero dell’Editoria, della lista dei richiedenti con la ripartizione del contributo accordato.

Solo per l’anno in corso 2018, la richiesta telematica potrà essere inoltrata in una finestra temporale di 30 giorni, da calcolare a partire dal 60 esimo giorno successivo alla pubblicazione del decreto sulla gazzetta ufficiale, con il limite massimo di presentazione entro il 90 esimo giorno.

Decreto attuativo bonus pubblicità firmato ultima modifica: 2018-06-06T13:17:06+00:00 da Redazione