Nuovo marcatore industriale Nimax CX 3501

Nimax presenta la stampante inkjet a grande carattere Domino Cx350i, ottimale per la codifica dell’imballo secondario nell’Industria 4.0

Stampa a grande carattere ad alta risoluzione direttamente su scatole e contenitori con risultati uniformi e ad alto contrasto. È il biglietto da visita del marcatore Domino Cx350i distribuito da Nimax SpA, azienda fondata nel 1970 a Bologna, nel cuore della Packaging Valley, specializzata nelle soluzioni di marcatura, codifica, tracciabilità e nei sistemi di ispezione e controllo e labelling.

La stampante inkjet per la marcatura diretta su imballi secondari, soluzione alternativa ai sistemi di etichettatura stampa e applica, consente di aumentare la qualità della codifica e nel contempo di ridurre i costi. Vediamo come insieme agli esperti Nimax.

Risparmio e nessuna manutenzione

Con Domino Cx350i si possono evitare le spese relative a imballi pre-stampati ed etichette, stampando grafiche, codici e testi direttamente sul cartone. La manutenzione è praticamente nulla, in quanto la macchina non richiede aria compressa o sostituzione dei filtri.

Nessun fermo macchina

La produttività è massima, data l’elevata capacità del serbatoio d’inchiostro, che consente tempi di autonomia maggiori e riduce al minimo gli interventi umani. 

“E la linea non si ferma – sottolineano gli esperti Nimax – visto che l’inchiostro può essere aggiunto durante la produzione con la macchina funzionante, con sistemi di avviso immediato.”

Soluzione ecologica con inchiostri vegetali

La Domino Cx350i è anche una scelta sostenibile e green, in quanto elimina lo spreco di etichette e fa uso di inchiostri ecologici a base di olio vegetale

“È inoltre dotata di un’avanzata tecnologia con risoluzione di stampa regolabile per la migliore qualità del codice con il minor consumo di inchiostro.”

Altissima qualità di stampa

La testa di stampa in acciaio inossidabile è in grado di stampare codici a barre, loghi e testi duraturi di livello A e conformi agli standard GS1 direttamente sugli imballaggi secondari – scatole, vassoi e sacchi – con marcature alte fino a 260 mm o su più lati di una scatola.

“Il marcatore è perfettamente integrabile con scanner di codici a barre e sistemi di visione, garantendo la leggibilità di ogni codice stampato. Il software di automazione della codifica assicura massima efficienza e codifiche perfette e ad elevato contrasto.”

Industria 4.0 ready

Nella progettazione della Cx350i è stata privilegiata anche la connettività, fornendo un’ampia gamma di opzioni. Questo garantisce una perfetta integrazione con le altre tecnologie presenti sulla linea di produzione che utilizzano interfacce standard PLC tra cui Ethernet/IP™.

Dotata di semplici soluzioni di trasferimento di testo e informazioni per l’integrazione con una varietà di macchine per l’imballaggio e la lavorazione host, si combina con i sistemi aziendali MES ed ERP tramite il software di automazione della codifica QuickDesign di Domino.

Cx350i, inoltre, consente la serializzazione dei dati per una completa tracciabilità digitale.

Semplicità d’uso

Grazie all’ intuitiva interfaccia creativa touchscreen Quick Step è possibile modificare in modo semplice e veloce i parametri e creare o modificare nuovi layout per le marcature semplificando le operazioni. Anche la sostituzione dei contenitori per l’inchiostro è molto agevole.

Per ricevere tutte le informazioni sul marcatore inkjet a grande carattere Domino Cx350i scrivete a Nimax oppure chiamate il numero dedicato 051.419.9133.

Monica Dall’Olio

Costi marcatura imballaggi in cartone: risparmiare migliorando la qualità di stampa ultima modifica: 2021-09-29T11:51:21+02:00 da Redazione